EN ISO 7253-2002 – Determinazione della resistenza alla nebbia salina.

La presente norma internazionale riguarda il campionamento e la sperimentazione di pitture, vernici e prodotti affini.

La soluzione di prova si ottiene dissolvendo in acqua cloruro di sodio per produrre una concentrazione di 50 ± 5 g/l, che deve avere un pH tale che la soluzione nebulizzata all’interno della cabina abbia un pH compreso tra 6,5 e 7,2. Eventuali modifiche del pH si possono effettuare con l’aggiunta di acido cloridrico, sodio o bicarbonato di sodio. Il sale e l’acqua devono essere privi di impurità. Prima di immettere la soluzione nel serbatoio è bene rimuovere eventuali corpi solidi che potrebbero ostruire l’ugello del dispositivo di spruzzatura.

I pannelli di prova devono avere dimensioni di 150 mm x 100 mm x 1 mm e devono essere rivestiti con il prodotto da testare. Prima della prova, devono essere lasciati in condizioni di temperatura di 23 ± 2 ° C e umidità relativa del 50 ± 5 % per almeno 16 ore e non devono essere esposti alla luce solare diretta.

I pannelli devono essere posti all’interno della camera in modo tale da non essere colpiti direttamente dallo spruzzo di soluzione. Essi devono essere posizionati verso l’alto con un angolo compreso tra 15 ° e 25 ° rispetto alla verticale, e non devono essere in contatto né tra di loro né con le pareti della cabina.

La temperatura all’interno della camera a spruzzo deve essere di 35 ± 2 °C.

Una volta che è stata regolata l’altezza delle torrette di spruzzo, che si sono impostate le altre condizioni e sono stati disposti i pannelli di prova all’interno della camera, si può avviare il flusso di soluzione di prova attraverso l’ugello. Lo spruzzo è costante e deve essere continuo per tutto il periodo di prova, ad eccezione di una breve interruzione giornaliera per ispezionare l’apparecchio o immettere la soluzione nel serbatoio. La soluzione che è stata spruzzata non deve essere riutilizzata.

Al termine del periodo di prova si rimuovono dall’apparecchio i pannelli, si sciacquano con acqua calda pulita per rimuovere i residui di soluzione dalla superficie, si asciugano e si esaminano le superfici.

Tipologia materiale Norma di riferimento Metodo di prova
intonaci di finitura EN 998-1
  •  
rasanti EN 998-1
  •  
massetti EN 13813
  •  
autolivellanti EN 13813
  •  
ripristino EN 1504-3
  •  
fuganti EN 13888
  •  
impermeabilizzanti EN 14891
  •  
pitture/vernici - EN ISO 9227

 

Strumenti utilizzati per effettuare la prova: Camera a nebbia salina

 

Si effettua sottoponendo dei provini all’azione continua di nebbia salina.La prova si effettua sottoponendo dei provini all’azione continua di nebbia salina.La prova si effettua sottoponendo dei provini all’azione continua di nebbia salina.

La prova si effettua sottoponendo dei provini all’azione continua di nebbia salina.