La movimentazione del Test di durezza con la Penna è estremamente semplice. La tensione della molla stimato o nota viene impostato con l'aiuto del cursore. Tenendo lo strumento in posizione verticale e mettendo il suo punto sulla superficie di prova si disegna una linea lungo da 5 a 10 mm ad una velocità di circa 10 mm/sec. Lo stilo dovrebbe produrre un graffio che è appena visibile ad occhio nudo. Se la pressione della molla è troppo alta, il graffio è ben visibile; se troppo basso, non appare nessun graffio.

La pressione applicata, fissata bloccando il dispositivo di scorrimento, è segnata in Newton. Le molle possono essere regolate con carichi diversi, al fine di coprire diverse gamme di forza, da 0 a 3 N, da 0 a 10 N, da 0 a 20 N e da 0 a 40N. Per avviare il test, regolare la pressione della molla, nella posizione in cui si prevede che non vi è alcuna scalfitura e bloccare in posizione. Eseguire il test e successivamente esaminando l'area deformata con l'obiettivo di individuare crepe sul rivestimento e/o deformazioni della superficie del materiale.

Se non ci sono danni evidenti, ripetere la procedura in successione, lavorare con carichi superiori fino a quando si osservano crepe o deformazioni visibili sulla superficie del materiale. Salvo diverso accordo, ispezionare il rivestimento dopo 30s a occhio nudo per individuare la marcatura. Il danno può essere valutato più agevolmente dopo aver pulito tutti i residui lasciati dall'uso della penna sulla superficie della vernice con un panno morbido o un batuffolo di cotone o un solvente inerte. Se questo è fatto, assicurarsi che il solvente non influisce sulla durezza del rivestimento nel test. Previo accordo tra le parti, può essere utilizzato un microscopio (ingrandimento x6 a x10) per valutare i danni.

Quando si utilizza un microscopio, questo deve essere indicato nel verbale di prova. Se non vi è stata alcuna marcatura, ripetere il test con alcuna sovrapposizione delle aree test, salendo la scala di durezza fino alla marcatura verifica.

La prova viene condotta valutando il segno lasciato sulla superficie da una penna dotata di una punta caricata con una pressione costante. La pressione sulla punta può essere modificata cambiando la molla. Un tratto visivo sulla superficie dopo il test di durezza indica un esito negativo della resistenza a graffi.

 

Tipologia materiale Norma di riferimento Metodo di prova
massetti EN 13813 EN 13892-6
autolivellanti EN 13813 EN 13892-6
fuganti EN 13888
  •  
fuganti gesso EN 13963
  •  
pitture/vernici -
  •  
malte protezione superficiale EN 1504-2
  •  

 

Strumenti utilizzati per effettuare la prova: Durometro a penna

 

La prova consiste nel determinare la durezza superficiale dei materiali utilizzando il durometro a penna.La prova consiste nel determinare la durezza superficiale dei materiali utilizzando il durometro a penna.