La prova di essiccazione per impregnazione idrofobica  (confezionati e maturati secondo la EN1766)i. Il rapporto delle velocità è definito come coefficiente della velocità di essiccazione. Una volta rimossi dalla vasca di maturazione, i provini cubici, lavati con acqua corrente e puliti con una spazzola morbida, devono essere asciugati con fogli di carta assorbente e pesati (W ssd ). Sei provini vengono condizionati in laboratorio a temperatura di (21 ± 2) °C e umidità relativa del (60 ± 10%) per 7 giorni e pesati di nuovo (W t). I restanti tre sono essiccati in stufa a (105 ± 5)°C per 7 giorni, raffreddati in essiccatore con gel di silice e pesati (Wod). Si calcola il contenuto di umidità in condizione di superficie satura asciutta dei 3 provini essiccati in stufa (Mssd in % di massa). I provini cubici devono essere pesati quotidianamente durante il condizionamento dal quarto giorno fino a quando la massa Wt ottenuta è equivalente a un contenuto di umidità di (5,0 ± 0,5)%. La velocità di essiccazione dei tre provini trattati e non trattati deve essere determinata misurando la rispettiva perdita di massa in una cella climatizzata, in momenti diversi per evitare che si contaminino a vicenda. Le prove di essiccazione sui provini cubici non trattati devono iniziare immediatamente dopo il condizionamento. La prova di essiccazione sui provini cubici trattati deve iniziare 48 h dopo il trattamento. I 3 provini cubici non trattati devono essere pesati (d0) e collocati in una cella climatizzata a (30 ± 2) °C e (40 ± 5)% U. R. immediatamente dopo il condizionamento ed essere pesati di nuovo (d1) dopo (6,0 ± 0,1) h. La prova di essiccazione deve proseguire per altre (18,0 ± 0,1) h. I provini cubici devono essere pesati nuovamente (d2) e la velocità di essiccazione (Du) di ciascun provino cubico deve essere calcolata come previsto dalla UNI EN13579.

 

Tipologia materialeNorma di riferimentoMetodo di prova
malte protezione superficiale EN 1504-2 EN 3579

 

La prova consiste nel confrontare la velocità di essiccazione di 9 provini cubici trattati e non trattati prelevati dallo stesso impasto di calcestruzzo.La prova consiste nel confrontare la velocità di essiccazione di 9 provini cubici trattati e non trattati prelevati dallo stesso impasto di calcestruzzo.