La prova consiste nella determinazione della lavorabilità, mediante una prova di scorrimento. Il metodo è applicabile alle malte e alle malte per iniezione con dimensione massima degli aggregati di 4 mm.
Questa prova fornisce un metodo per la valutazione in laboratorio della lavorabilità delle malte che rispecchia i requisiti effettivi di lavorabilità per le opere di riparazione in situ. Essa consiste nel misurare lo scorrimento di una determinata quantità di malta o di malta per iniezione lungo una ben definita canaletta in 30 s.
Le apparecchiature necessarie per eseguire la prova sono:
mescolatrice
canaletta di scorrimento
recipiente di misurazione
clima normalizzato di laboratorio
Tutti i materiali vengono condizionati nel clima normalizzato di laboratorio per un periodo non minore di 24 h prima della miscelazione. La malta viene preparata utilizzando una mescolatrice come definito nella norma di riferimento.
Lo scorrimento della malta da iniezione si determina alla temperatura normalizzata di laboratorio a intervalli di 5 min, 15 min, 30 min e 60 min dopo la miscelazione. L’impasto di malta viene agitato nella mescolatrice per cinque secondi prima di effettuare le prove. Le superfici della canaletta di scorrimento della malta da iniezione devono essere inumidite con un panno umido entro un minuto prima di effettuare la prova. Un campione di 1 l di malta da iniezione viene versato nella tramoggia di carico della canaletta di scorrimento, verificando che la superficie della malta da iniezione sia regolare; se necessario, la superficie deve essere delicatamente livellata.
Dopo 30 s dal caricamento della tramoggia, l’asta di scarico è tirata verso l’alto con movimento lento e regolare per permettere alla malta di scorrere uniformemente lungo la canaletta.
Lo scorrimento della malta da iniezione viene misurato come distanza orizzontale dal centro dell’uscita di scarico al termine della malta dopo un intervallo di 30 s (valore di scorrimento). Se la malta continua a muoversi lungo la canaletta di scorrimento, tale fenomeno deve essere annotato.

 

Tipologia materiale Norma di riferimento Metodo di prova
intonaci di finitura EN 998-1
  •  
intonaci a base gesso EN 13279-1
  •  
fuganti gesso EN 13963
  •  
malte protezione superficiale EN 1504-2
  •  

 

Strumenti utilizzati per effettuare la prova: canaletta di scorrimento, asta di scarico

 

Prova di scorrimento delle malte e delle malte per iniezione.