La presente norma specifica un metodo per determinare il contenuto in cloruri solubili della malta fresca.

Il campione deve essere in polvere. Se la malta è pronta all’uso, si frantuma il campione in modo da farlo passare attraverso lo staccio da 10 mm; se la malta è fresca, si fa essiccare in forno a 105 ± 5 °C un campione di circa 250 g fino a massa costante, si frantuma e si fa passare attraverso lo staccio da 10 mm. Si riduce quindi il campione a 50 g e si macina in modo da farlo passare attraverso lo staccio da 0,125 mm: questo è il campione di analisi.

Si pesano 10 ± 0,005 g di campione ad una temperatura di 20 ± 5 °C e si trasferisce in una bottiglia di polietilene. Si aggiungono 100 ml di acqua fredda distillata, si chiude la bottiglia e si mescola il tutto per 60 minuti utilizzando un agitatore magnetico. Si lascia a riposo la bottiglia ed il suo contenuto per una notte ed il giorno dopo si filtra il campione in sospensione e si raccoglie il filtrato in un bicchiere di vetro borosilicato da 250 ml. Si acidifica quindi il filtrato con l’aggiunta di 20 ml di acido nitrico diluito e si porta ad ebollizione. Nella soluzione bollente si aggiungono 5 ml di soluzione di nitrato d’argento mediante una pipetta, si lascia bollire il tutto per 2 minuti e poi si lascia raffreddare fino ad una temperatura minore di 25 °C e si trasferisce il contenuto del bicchiere in una beuta da 500 ml. Si aggiungono 5 ml di soluzione indicatrice di solfato ferrico ammonico e si titola con la soluzione di tiocianato di ammonio.

Si esegue lo stesso procedimento senza il campione di malta e si registra il volume di soluzione di tiocianato di ammonio utilizzato per la titolazione del bianco. Si calcola quindi la percentuale di cloruro presente nel campione.

 

Tipologia materialeNorma di riferimentoMetodo di prova
ripristino EN 1504-3 EN 1015-17
malte protezione superficiale EN 1504-2
  •  

 

Strumenti utilizzati per effettuare la prova: Staccio 10 mm, Staccio 0,125 mm, Agitatore rotante (acido nitrico, nitrato d'argento, tiocianato d'argento)

 

La prova consiste nel determinare il contenuto in cloruri solubili della malta fresca.La prova consiste nel determinare il contenuto in cloruri solubili della malta fresca.

Lo scopo della prova è determinare il contenuto in cloruri solubili della malta fresca.Lo scopo della prova è determinare il contenuto in cloruri solubili della malta fresca.