La presente norma specifica un metodo di laboratorio accelerato per misurare la resistenza alla carbonatazione, e quindi alla penetrazione di anidride carbonica attraverso prodotti e sistemi di riparazione, come definiti nella ENV 1504-3. Il metodo si basa sulla misurazione della profondità di carbonatazione del campione in un’atmosfera concentrata di anidride carbonica, per un intervallo di tempo stabilito. Questo metodo si utilizza per valutare la prestazione di malte per iniezione di riparazione, malte e calcestruzzi, senza applicazione di un sistema di rivestimento protettivo.

Una volta preparati e condizionati, i provini devono essere collocati su supporti a coltello, all’interno di una cabina a tenuta, dotata di raccordi di ingesso e di uscita del gas tali da consentire il raggiungimento di un flusso uniforme di CO2 in tutte le parti della cabina. Dopo 56 giorni di stazionamento in cabina, la profondità di carbonatazione deve essere misurata utilizzando il metodo della fenoftaleina.

Si spezza il prisma in due, si spruzza una soluzione indicatrice di fenoftaleina, si attende 60 ± 5 min e si effettuano le misure su ogni faccia del provino, poiché la spruzzatura dovrebbe produrre una colorazione rosa nel calcestruzzo non carbonatato.

Per ciascuna superficie, la lunghezza del fronte di carbonatazione deve essere divisa in quattro parti uguali, in modo da ottenere cinque punti di misura. Con l’aiuto di un regolo o di un calibro si effettuano le cinque misure, perpendicolarmente alla superficie, per tutti e quattro i lati del provino e poi si calcola la media per ogni lato. La media di questi quattro valori calcolati è la profondità di carbonatazione media dk per il provino.

Le misurazioni vanno quindi ripetute sul secondo provino e queste ultime non dovrebbero differire di oltre il 20%. Se la differenza è maggiore è ≥ 20% entrambi i valori dovrebbero essere riportati; se la differenza è ≤ 20%, si può riportare il valore medio.

 

Tipologia materiale Norma di riferimento Metodo di prova
rasanti EN 998-1
  •  
ripristino EN 1504-3 EN 13295

 

Strumento utilizzato per effettuare la prova: soluzione di fenolftaleina

 

La prova consiste nel misurare la resistenza alla carbonatazione, e quindi alla penetrazione di anidride carbonica attraverso prodotti e sistemi di riparazione. La prova consiste nel misurare la resistenza alla carbonatazione, e quindi alla penetrazione di anidride carbonica attraverso prodotti e sistemi di riparazione.

La prova consiste nel misurare la resistenza alla carbonatazione, e quindi alla penetrazione di anidride carbonica attraverso prodotti e sistemi di riparazione. La prova consiste nel misurare la resistenza alla carbonatazione, e quindi alla penetrazione di anidride carbonica attraverso prodotti e sistemi di riparazione.