Il metodo di prova misura l'effetto dello shock da raffreddamento (cicli temporaleschi) a partire da una temperatura elevata. Sono necessari tre substrati di calcestruzzo di dimensioni 300 millimetri x 300 mm x 100 mm per ogni prova di cui uno funge da un campione di riferimento. Prima di applicare il prodotto di riparazione o il sistema di protezione superficiale sul substrato di calcestruzzo, tutti i sistemi devono essere conservati in un clima di laboratorio standardizzato per almeno 24 ore. I prodotti devono essere preparati e applicati ai provini di calcestruzzo secondo le istruzioni del produttore. Dopo aver applicato i campioni devono essere stagionati in condizioni standard per 28 giorni (20 ° C, UR 95%). Dopo aver completato la preparazione, due dei campioni devono essere testati. Un campione deve essere posizionato nella cabina per i cicli temporaleschi. Si deve iniziare il ciclo di prova di 6 ore che comprende le seguenti fasi:

• conservare sotto calore radiante (60 ± 5) ° C per 5 ore e 45 minuti;

• spruzzare con acqua ad una temperatura di (12 ± 3) ° C per 15 minuti.

La cabina per i cicli temporaleschi deve essere dotata di una fonte di riscaldamento radiante sufficiente a fare in modo che la superficie del campione raggiunge la temperatura specificata. Il terzo campione di riferimento deve essere conservato in clima di laboratorio standardizzato. Il ciclo di prova deve essere ripetuto a seconda delle esigenze prestazionali del prodotto testato. Dopo aver completato tutti i cicli, sui due campioni verranno eseguite cinque prove di adesione. Minimo cinque aree di prova di sezione trasversale di circa 50 mm devono essere sottoposte a carotaggio. Le aree di prova devono essere di almeno 50 mm di distanza tra loro e di almeno 50 mm di distanza dal bordo del campione. Il taglio deve penetrare per tutto il massetto e per più di 5 mm di profondità nel substrato. Successivamente applicare le piastre di acciaio con un adesivo sulle cinque aree carotate. Infine posizionare il dispositivo per misurare la resistenza di adesione a trazione. Applicare forza attraverso il dispositivo e il display mostrerà il carico di rottura (kN) al momento della rottura. Mediante una valutazione visiva può essere determinato il tipo di rottura del provino. I tipi di rottura sono i seguenti:

X = rottura di coesione nel substrato di calcestruzzo;

X / Y = rottura tra il substrato e il massetto;

Y = rottura di coesione nel massetto;

Z = rottura tra lo strato di adesione e la piastra con la testa di trazione.

Questa procedura di prova viene utilizzata per testare intonaci, autolivellanti, malte da ripristino, impermeabilizzanti, malte per la protezione superficiale.

 

Tipologia materialeNorma di riferimentoMetodo di prova
intonaci di finitura EN 998-1
  •  
autolivellanti EN 13813
  •  
ripristino EN 1504-3 EN 13687-2
impermeabilizzanti EN 14891
  •  
malte protezione superficiale EN 1504-2 EN 13687-2

 

Strumenti utilizzati per effettuare la prova: Camera climatica, Pull-off.

 

Il metodo di prova misura l'effetto dello shock da raffreddamento (cicli temporaleschi) a partire da una temperatura elevata.Il metodo di prova misura l'effetto dello shock da raffreddamento (cicli temporaleschi) a partire da una temperatura elevata.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)