La prova per determinare la perdita di massa del calcestruzzo idrofobico impregnato dopo cicli di gelo-disgelo in presenza di sale, consiste nel confrontare la perdita di massa ∆W ed i difetti superficiali visibili dei cubetti di prova di cls (100X100x100) mm non trattati e quelli trattati con impregnante idrofobico. Ogni faccia del cubo di prova (quattro cubi) deve essere immersa in un impregnante idrofobico per (120 ± 5) s circa e successivamente si calcola il consumo del materiale facendo una media delle facce per ogni provino Cn in g*m2. I cubi devono essere conservati a (21 ± 2) °C e (60 ± 10)% U.R. per 14 giorni dopo il trattamento, opportunamente supportati in modo tale da consentire la circolazione dell’aria attorno a ognuna delle 6 facce. I cubi di prova trattati e non trattati, vanno messi in alcune vasche immersi in una soluzione al 3% di cloruro di sodio e dopo 24h bisogna ripesarli e calcolare la quantità di liquido assorbito Cabs. I cubi, una volta pesati, sono posti in contenitori ermetici, immersi nella soluzione con cloruro, nella camera di congelamento e si fanno partire i cicli di gelo-disgelo. Immediatamente dopo la fase di raffreddamento/congelamento di 16 h, la camera di congelamento è allagata con acqua oppure i contenitori sono messi in un bagno d’acqua a temperatura di (21 ± 2) °C (che deve rimanere costante per l’intero processo di disgelo) ed ha inizio il processo di disgelo della durata di 8 h. L’acqua deve restare sempre in circolazione e mantenuta a temperatura costante a (21 ± 2) °C durante l’intero processo di disgelo. La prova deve durare almeno 50 cicli ed ognuno dura 24 h.

I valori medi della variazione di massa ∆Wn in % dei cubi di prova trattati e non trattati (Wo, We, Wt5 ... Wtn) vengono poi illustrati in un grafico in funzione del numero dei cicli. L’intersezione tra la curva e la linea 0% indica il numero di cicli raggiunto. Deve essere calcolata la differenza tra il numero di cicli raggiunto (∆C) dei cubi di prova non trattati (Cu) e di quelli trattati (Ct).

 

Tipologia materialeNorma di riferimentoMetodo di prova
intonaci di finitura EN 998-1
  •  
intonaci a base gesso EN 13279-1
  •  
malte da ripristino EN 1504-3
  •  
fuganti EN 13888
  •  
malte protezione superficiale EN 1504-2 EN 13581

 

La prova consiste nel confrontare la perdita di massa ed i difetti superficiali visibili dei cubetti di prova di cls trattati e non trattati, con impregnante idrofobico.La prova consiste nel confrontare la perdita di massa ed i difetti superficiali visibili dei cubetti di prova di cls trattati e non trattati, con impregnante idrofobico.